Ecco come trattare il problema dell’artrosi cervicale

Ciao da Antonio Sacchiero e benvenuto su questo articolo sull’artrosi cervicale dove scoprirai delle informazioni preziose per trattare il problema della cervicale in modo naturale.

Artrosi Cervicale

Cause Artrosi Cervicale

Sintomi Artrosi Cervicale

Rimedi Artrosi Cervicale

Cura artrosi cervicale

L’artrosi cervicale è una patologia dell’apparato muscolo-scheletrico caratterizzata da fenomeni di degenerazione a carico dei dischi intervertebrali del rachide cervicale. Quando si parla di rachide cervicale si inquadrano le prime sette vertebre della colonna, numerate progressivamente dall’alto da 1 a 7 (nei trattati tecnici i numeri sono preceduti dalla lettera C maiuscola).

Le prime due vertebre del rachide cervicale sono conosciute anche con due nomi precisi, ossia atlante ed epistrofeo. I dischi intervertebrali sono delle formazioni fibrocartilaginee che connettono due vertebre adiacenti: sono presenti nel rachide cervicale così come in tutte le altre vertebre.

Sono particolarmente soggetti a degenerazione in quanto devono sopportare pesi non indifferenti oppure tensioni elevate e continue dei muscoli che, leggi attentamente, faranno stare troppo vicine una all’altra le vertebre e quindi per troppo attrito si crea l’infiammazione che degenererà in artrosi.

I dischi intervertebrali svolgono un ruolo molto importante nella facilitazione dei principali movimenti, come per esempio la flessione e la torsione. Prendersi cura della loro integrità e di ciò che li mette in pericolo è fondamentale per prevenire l’artrosi cervicale e molte altre condizioni patologiche a carico della colonna.

Radiografia dischi intervertebrali del colloimmagine di esempio dischi intervertebrali

Nelle prossime righe ti guiderò alla scoperta di tutto quello che devi sapere per affrontare questa patologia, dalle cause, alla sintomatologia, fino ai principali rimedi utili a eliminarla definitivamente. Per quanto riguarda la sintomatologia è necessario avere ben presente il quadro generale, dal momento che è caratterizzato da una sostanziale complessità.

Ecco i principali sintomi che possono manifestarsi quando si soffre di artrosi cervicale:

  • Emicrania;
  • Cefalea;
  • Acufeni;
  • Disturbi del sonno;
  • Problemi alla tiroide;
  • Rumori nella rotazione del collo;
  • Alterazioni della sensibilità a livello del cuoio capelluto;
  • Riduzione sensibile della forza fisica;
  • Difficoltà nell’esecuzione di movimenti basilari come l’estensione e la flessione del collo;
  • Formicolio agli arti;
  • Tabagismo.

A seconda di quale disco è danneggiato può essere diversa la sintomatologia. Se la lesione coinvolge un disco intervertebrale situato tra le prime due vertebre le manifestazioni principali sono a carico della testa. Se invece la lesione è a carico delle vertebre più basse la sintomatologia coinvolge le spalle e le braccia.

Nei casi più gravi è possibile individuare anche un importante dolore alle gambe e una compromissione del loro movimento.

Artrosi cervicale:  le cause

L’artrosi cervicale è una condizione patologica a carico delle vertebre del rachide cervicale e consiste in un fenomeno di degenerazione dell’integrità dei dischi intervertebrali: questa definizione può aiutare chiaramente a comprendere che una delle principali cause d’insorgenza può essere ad esempio l’età avanzata, che determina un peggioramento della funzionalità dell’apparato muscolo-scheletrico e un suo indebolimento generale.

Quando si parla di percentuali di pazienti con artrosi cervicale tra soggetti over 70 è possibile individuare un numero davvero alto di persone che soffrono di questa patologia. L’età senile non rappresenta però l’unico punto da tenere in considerazione quando si analizzano le cause dell’artrosi cervicale. Ecco altri fattori che non possono essere trascurati:

Attività sportiva

Per evitare problemi all’integrità dei dischi intervertebrali del rachide cervicale è necessario porre attenzione anche quando si svolge un’attività sportiva che implica il sollevamento di pesi l’attività fisica può essere molto utile ma anche dannosa se non si sa esattamente come eseguirla. Per esempio in alcuni casi sollevare pesi può causare l’insorgenza di artrosi cervicale.

Questo può accadere quando si esagera con il carico ma soprattutto con la velocità di esecuzione. Ricordati che gli esercizi isometrici sono i meno dannosi e i più utili. Altro sport che facilita la formazione di questa patologia è il ciclismo, per la posizione scorretta mantenuta per tutto il tragitto dalla testa e quindi dalla colonna cervicale.

Ci sono anche persone particolarmente a rischio per l’attività lavorativa che svolgono, ma ti stupirà sapere che sono le casalinghe, gli impiegati, gli autisti, le cassiere di supermercati.

Colpo di frusta

Tra le cause di questa patologia rientrano per esempio anche lesioni traumatiche come il colpo di frusta.

Vita sedentaria

La vita sedentaria rappresenta una delle più importanti cause di artrosi cervicale. La patologia di cui ti sto parlando è non a caso estremamente diffusa in Occidente, dove si è ormai diffuso uno stile di vita caratterizzato da una bassa attenzione al movimento fisico, soprattutto per via delle numerose ore lavorative passate in posizione seduta.

Postura scorretta

Questo fattore causale si collega direttamente a quello precedente. Un’attività professionale sedentaria – come per esempio quelle per cui è determinante trascorrere molte ore alla scrivania davanti al computer – in molti casi implica l’assunzione di una postura scorretta.

Uomo seduto al computer con dolore al colloimmagine di esempio posizione seduta

Accade così che il corpo si abitui alla posizione poco sana e che a lungo andare i dischi intervertebrali siano sottoposti a uno stress cronico che ha come principale conseguenza un fenomeno di degenerazione fisica sempre dovuto all’eccessivo avvicinamento delle vertebre una all’altra.

Artrosi cervicale: fattori di rischio

L’età può essere considerata uno dei più importanti fattori di rischio connessi all’insorgenza di artrosi cervicale:

  • Sesso, l’artrosi cervicale tende a insorgere con frequenza maggiore nei soggetti di sesso femminile;
  • Sindrome di Down, i soggetti con sindrome di Down molto spesso hanno anche problemi di instabilità atlanto-assiale. Questa condizione determina problemi nello svolgimento di molte attività sportive e può rappresentare un fattore di rischio per l’insorgenza di artrosi.
  • Fattori ereditari.
  • Canale midollare stretto.

Ora che ho finito di parlare delle cause e dei sintomi di questa patologia è arrivato il momento di concentrare l’attenzione sui rimedi. La cura principale per l’artrosi cervicale è in ogni caso la prevenzione: stare attenti alla postura e a come si sollevano i pesi rappresenta il primo passo per evitare problemi ai dischi intervertebrali.

Quando i sintomi dell’artrosi cervicale sono invece conclamati è necessario ricorrere a specifici rimedi, in modo da evitare che la situazione si aggravi e che sia compromessa in maniera importante la funzionalità degli arti e dei nervi. Nelle prossime righe ti illustrerò le principali soluzioni per risolvere il problema, sperando che tu riesca a individuare quella più adatta alla tua situazione.

Artrosi cervicale: i rimedi

Trovare un rimedio definitivo al problema della degenerazione dei dischi intervertebrali: questa la richiesta principale di molti miei pazienti, che combattono ogni giorno, per esempio con artrosi cervicale e vertigini, con il dolore al collo e con tanti altri sintomi a dir poco fastidiosi.

Il mio obiettivo è quindi di aiutarli a risolvere la situazione alla radice, come sto iniziando a fare con te grazie a questo excursus. Proprio per questo motivo ho deciso di concentrare l’attenzione sui rimedi naturali, al fine evitare effetti collaterali e di assicurare un esito molto efficace, di solito definitivo.

Alimentazione

L’alimentazione ha un ruolo fondamentale come rimedio contro l’artrosi cervicale e anche come presidio preventivo. La salute della nostra colonna vertebrale risulta profondamente influenzata da come mangiamo (il sovrappeso costituisce un fattore di rischio molto importante quando si parla di discopatie) e anche da cosa mangiamo.

Per curare e prevenire problemi come l’artrosi cervicale può risultare molto utile aumentare l’assunzione di grassi speciali come gli omega 3, che svolgono un ruolo molto importante quando si tratta di evitare patologie osteoarticolari (sono presenti solo in pesci come il salmone, il tonno, il pesce azzurro e nel krill).

Risulta assai utile anche la scelta di evitare grassi idrogenati e zuccheri raffinati: l’assunzione di questi principi nutritivi, oltre che poco vantaggiosa per la salute del cuore e delle vene, può comportare l’innescarsi di fenomeni d’infiammazione a carico delle articolazioni.

Come ho ricordato poche righe fa, risulta fondamentale anche tenere sotto controllo il peso. Condizioni di obesità possono infatti favorire l’insorgenza di artrosi cervicale in quanto la colonna vertebrale risulta sottoposta a un carico di lavoro che non sempre riesce a sostenere naturalmente.

Ginnastica

Fare movimento fa bene in generale alla salute e può ovviamente risultare molto utile anche quando si parla di rimedi contro la degenerazione dei dischi intervertebrali. Di cosa si parla quando si chiama in causa la ginnastica per risolvere l’artrosi cervicale? Di un campo estremamente vasto, dal momento che tante sono le discipline che possono essere coinvolte.

Tra le opzioni più vantaggiose per lavorare alla risoluzione dell’artrosi cervicale è possibile individuare lo stretching. Allungare i muscoli e renderli più flessibili è il miglior modo per evitare la degenerazione delle giunzioni che consentono di effettuare tantissimi movimenti.

Quale indicazioni è opportuno seguire per fare una ginnastica utile contro l’artrosi cervicale? Ecco per te qualche rapido consiglio, che potrai mettere in pratica senza problemi anche a casa tua. Ricordati di non eccedere con gli sforzi e di cessare l’attività non appena avverti dolore ad alti livelli.

  • Esercizio: fletti il capo facendo in modo che il mento vada a toccare la gola. Questo esercizio deve essere svolto tenendo conto dell’importanza di non effettuare movimenti improvvisi (che possono solo peggiorare eventuali danni ai dischi intervertebrali). Risulta sconsigliato a chi soffre di vertigini da artrosi cervicale.

Uomo e donna fanno esercizi per il colloimmagine di esempio esercizi fisici

Nell’ambito dei rimedi utili contro l’artrosi cervicale, negli esercizi fisici attivi rientrano anche quelli aventi come obiettivo il rinforzo degli addominali. Molto importante è che siano eseguiti senza forzare eccessivamente la colonna vertebrale (a questo proposito l’utilizzo di una palla svizzera risulta molto vantaggioso).

Per assicurare un effetto completo consiglio di esercitare gli addominali anche attraverso contrazioni eseguibili ovunque, ad esempio mentre ci si trova in piedi in attesa dell’autobus per andare al lavoro o in coda in un negozio.

Fitoterapia

La fitoterapia con le sue soluzioni naturali può rappresentare un valido rimedio contro l’artrosi cervicale. Le opzioni disponibili sono davvero tante ed è necessario avere alle spalle anni e anni di frequentazione teorica della materia per riuscire a trovarne una efficace per la propria situazione.

Vi sono però delle alternative considerate universalmente utili quando si tratta di lavorare di prevenzione e di trovare una cura per l’artrosi cervicale. Esse sono l’artiglio del diavolo e il ribes nero, due piante note per le loro proprietà antinfiammatorie e anti-allergeniche. Se ne consiglia l’assunzione sotto forma di gocce diluite in acqua.

Omeopatia

Anche i rimedi omeopatici possono rappresentare una valida soluzione naturale contro l’artrosi cervicale. Esattamente come con la fitoterapia, anche con l’omeopatia è necessaria una conoscenza molto ampia della materia per avere un’idea della gamma completa delle opzioni applicabili alla propria situazione.

Risulta però possibile fornire alcune indicazioni generali, suggerendo rimedi come l’Hypericum Perforatum, utile nel caso in cui il problema sia causato da traumi fisici, la Bryonia (da assumere quando i sintomi si aggravano) e il Gelsemium, da utilizzare quando il paziente lamenta un generale formicolio degli arti e un’importante debolezza fisica.

Osteopatia

Quando si parla di artrosi cervicale e delle sue cure non si può non chiamare in causa l’osteopatia. Questa disciplina manuale rappresenta un rimedio valido contro il problema della degenerazione dei dischi intervertebrali. Il professionista – che per prima cosa deve localizzare con precisione l’origine del dolore – lavora manipolando e mobilizzando specifiche zone del corpo del paziente e facendo in modo di riequilibrare la distribuzione del peso a carico della colonna vertebrale.

Il tutto però deve essere eseguito con movimenti lenti e dolci. Purtroppo molto spesso capita che un osteopata eserciti usando manovre tipiche della chiropratica usando una forza e una velocità di esecuzione eccessiva, soprattutto sulle manipolazioni vertebrali di rotazione!

Queste manovre possono essere molto pericolose! Purtroppo non sono pochi i casi di persone che si sono ritrovate con una paralisi per colpa di queste manovre eseguite in maniera totalmente scorretta! Il mio consiglio spassionato è ovviamente quello di starci lontano! Non è mai necessario l’uso della forza e della velocità! Anzi!

Agopuntura

L’agopuntura può risultare una cura molto utile contro l’artrosi cervicale. Questa antica disciplina medica cinese, che come saprai si occupa di stimolare specifiche parti del corpo attraverso l’impiego di aghi sottili, costituisce un rimedio alla degenerazione dei dischi intervertebrali in quanto agisce non solo intervenendo sull’eliminazione del dolore (sono davvero tanti i pazienti che cercano questo effetto, anche per evitare di ricorrere ai farmaci), ma porta anche risultati benefici a livello antinfiammatorio, a volte anche per molto tempo.

Massaggio

L’arte del massaggio può costituire una cura molto valida contro l’artrosi cervicale. Tutte le maggiori scuole forniscono ai praticanti delle indicazioni precise riguardanti il trattamento dei problemi alla colonna vertebrale e quindi anche dell’artrosi cervicale. Però ti informo che il massaggio a scopo terapeutico deve essere eseguito da fisioterapisti diplomati o laureati.

Artrosi cervicale: intervenire efficacemente con il Metodo Connettis™

A questo proposito ti devo informare del metodo che uso io quando voglio trattare sia le cause che sintomi di questa patologia in modo efficace! Da circa 15 anni uso un metodo connettivale che riesce ad agire proprio dove è necessario per qualunque tipo di artrosi cervicale, anche da trauma o da uncoartrosi cervicale, o osteofitosi.

Si tratta di un metodo che stimola una reazione estremamente terapeutica perché agisce contemporaneamente sul sistema linfatico, neurologico e connettivale. Il gesto che viene eseguito tramite le dita riesce a trasformare l’infiammazione cronica non guaribile in una guaribile in pochi giorni di trattamenti. Ma sin dal primo giorno che viene applicato si possono apprezzare i primi miglioramenti e sollievi. A volte addirittura spettacolari!

Comunque sia ad ogni seduta si elimina circa il 20% della causa del problema e il beneficio comincia subito. Ovviamente le uniche controindicazioni al trattamento che eseguo, e che insegno direttamente ai pazienti come autoterapia, sono i tumori e le fratture recentissime.

Ti basterà guardare il mio video dove ti spiego esattamente come eseguire alla perfezione il mio metodo cui ho dato nome di Connettis perché riesce a connettere i tessuti che non erano più collegati in modo appropriato ed avevano un vero e proprio ostacolo, una sorta di colla che impediva loro di essere liberi di scivolare uno sull’altro, dando una sensazione di essere “legati”. Sensazione che mi viene sempre riferita da tutti i pazienti che ho trattato.

Non mi resta che invitarti ad imparare tu stesso il metodo che uso da tanti anni su tutti i miei pazienti. Puoi vedere il video di presentazione del sistema e come può aiutarti ad intervenire su questo problema, nella parte alta di questo sito o in fondo. Ti stupirai della semplicità e dell’efficacia.

Ti auguro il meglio.
Ft. Dr. Antonio Sacchiero

PS: se hai trovato UTILI le informazioni condivise su questo articolo, mi farebbe piacere conoscere la tua opinione. Lasciami un commento qui sotto e/o condividi questo articolo su Facebook.

DISCLAIMER: ti raccomando di consultare il tuo medico di fiducia prima di applicare su te stesso/a le informazioni contenute in questo articolo, in quanto non vanno a sostituire la consulenza medica. Inoltre, non sei assolutamente autorizzato ad esercitare la libera professione applicando il mio metodo Connettis™.