Come intervenire nei casi di otite purulenta

Ciao da Antonio Sacchiero ! Ti do il benvenuto in questo articolo dove scoprirai come intervenire nei casi di otite purulenta in modo totalmente naturale e senza correre rischi. Quando si parla di questo disturbo dal punto di vista meramente clinico si inquadra una patologia infiammatoria a carico dell’orecchio medio, caratterizzata dalla formazione di essudato purulento nella cosiddetta cassa del timpano.

Otite purulenta

Sintomi

Rimedi

Cura

Entriamo più nel dettaglio sulla problematica dell’otite purulenta e seguire i primi consigli su come comportarsi

L’otite purulenta una delle più frequenti manifestazioni di otite media, quindi di una forma sostanzialmente meno grave rispetto all’otite interna. Se sei capitato su questa pagina significa che vuoi sapere qualcosa di più sulla patologia, e magari avere qualche consiglio sui rimedi per l’otite più efficaci.

Il primo suggerimento che mi sento di darti è di non avere fretta: non appena riscontri i sintomi valuta la gravità, esegui gli esami di natura audiologica e prenditi tempo per trovare la soluzione più adatta al tuo caso.

Anche se il dolore rappresenta una della più fastidiose manifestazioni dell’otite purulenta, non lasciarti incantare da chi promette prima di tutto la sua eliminazione, senza parlare di soluzioni che intervengano alla base del problema, ossia risolvendo la natura infiammatoria.

Uomo si tocca l'orecchio per il dolore generato dall'otite purulenta

immagine di esempio dolore all’orecchio

Il primo passo da compiere per affrontare l’otite media purulenta è riconoscerne i sintomi. Il nostro viaggio di scoperta delle soluzioni per la patologia parte proprio da qui.

Vediamo quali sono i sintomi dell’otite purulenta da prendere in considerazione

  • Frequenti fenomeni febbrili.
  • Dolore all’orecchio.
  • Fenomeni di ipoacusia.
  • Fuoriuscita di pus dall’orecchio.

Questi possono essere i principali sintomi dell’insorgenza di una patologia tanto comune quanto fastidiosa, che può essere debellata tenendo conto, come già ricordato, dell’importanza di intervenire all’origine del problema.

Cosa significa tutto questo? Che è necessario prima di tutto eliminare l’infiammazione, per ristabilire il naturale equilibrio microbico all’interno dell’orecchio. Nelle prossime righe ti darò alcuni consigli in merito, dopo i quali avrai una conoscenza molto più ampia dei meccanismi che regolano la cura della forma purulenta dell’otite, legati soprattutto al mondo dei rimedi naturali.

Molto spesso i farmaci non riescono a risolvere alla base il problema, ma rappresentano delle soluzioni di natura temporanea. Vale lo stesso discorso anche quando si parla di otite esterna, infezione batterica dove è possibile riscontrare anche una degenerazione cutanea localizzata nella parte esterna della membrana timpanica e che se trascurata può evolversi in otite cronica. Se vuoi avere maggiori dettagli sull’otite esterna ne puoi leggere un’ampia descrizione da qui.

Trascurare la malattia può creare dei danni di non indifferente entità proprio perché si tratta della conseguenza acuta di un’infiammazione, ma è anche importante non dimenticare che i rimedi naturali implicano un alto livello di pazienza, perché la loro efficacia può non essere immediata.

Quali sono i principali rimedi per debellare l’otite purulenta?

  • Succo di cavolo: un rimedio molto usato per risolvere l’otite purulenta è il succo di cavolo. Si tratta di una soluzione che a prima vista può apparire un pò strana, ma questa verdura ha un fortissimo potere disinfiammante, azione che è fondamentale nei casi di fuoriuscite di pus. In che modo è possibile concretizzare l’efficacia di questo rimedio? Versando nel condotto uditivo qualche goccia di succo di cavolo caldo (caldo significa appena più che tiepido, quindi una temperatura che sia sopportabile dal nostro orecchio e che assolutamente non sia troppo caldo, cioè ustionante) Inizialmente potrai sentire un pò di fastidio per via del calore: stringi i denti perché dura poco e nel contempo è molto efficace.
  • La magia dell’olio: l’olio d’oliva è utilizzato come soluzione curativa ormai da secoli. Anche nei casi in cui si affronta l’otite purulenta può risultare molto vantaggioso ricorrervi. Come mai? Sempre per via del suo straordinario potere disinfiammante! Cosa devi fare per rendere concreta questa cura per l’otite? Ti basterà scaldare qualche goccia di olio extravergine di oliva, e versare il tutto nel condotto uditivo tramite un imbuto di cartone. Anche in questo caso vale quanto ho ricordato prima: sentirai un pò di fastidio, ma ne varrà la pena, dal momento che questo rimedio naturale è considerato uno dei più semplici ed efficaci per debellare l’otite purulenta senza intossicare l’organismo con farmaci non sempre efficaci, capaci nella maggior parte dei casi di eliminare solo il dolore e temporaneamente ( anche in questo caso la temperatura dell’olio deve essere sopportabile per il nostro orecchio e non eccessiva perché potrebbe essere ustionante).
  • Il mondo omeopatico: il mondo omeopatico è molto affascinante e offre sempre degli spunti interessanti. Chi ha intenzione di trovare una soluzione contro questa fastidiosa patologia infiammatoria dell’orecchio medio può ricorrere a diverse alternative, come per esempio la Belladonna, medicinale molto utilizzato soprattutto quando si alza la febbre.

Intervenire sull’otite purulenta con il Metodo Connettis®

Adesso voglio portarti a conoscenza del mio personale Metodo Connettis® per il trattamento dell’otite purulenta.

Ora che ti ho accennato ai rimedi naturali più conosciuti, ti svelerò cosa faccio io quando voglio agire sull’ otite purulenta: eseguo un trattamento connettivale ben preciso sulla zona dell’orecchio, nella zona circostante, sulla gola, sulla nuca, e anche in altre zone se necessario.

Si tratta di un metodo che riesce a creare una stimolazione neuro-linfatica-connettivale in grado di far regredire i sintomi fino a farli scomparire. Questo è possibile perché il nostro cervello se viene stimolato nel modo corretto riesce a reagire creando una vera e propria produzione di sostanze davvero antinfiammatorie capaci di eliminare prima il dolore e poi la causa. Tutto questo puoi farlo da solo, su te stesso o su qualcun’altro, anche in caso di otite nei bambini piccoli e in pochissimo tempo!

Sono ormai quasi 15 anni che lo applico sui pazienti e lo insegno soprattutto alle mamme per i loro bambini. Si è dimostrato anche molto efficace nell’infiammazione di tipo catarrale della tromba di Eustachio che è uno dei problemi più comuni e fastidiosi anche a causa della sua lunga durata e che va sotto il nome di otite catarrale.

Ti invito quindi a guardare il video nella parte alta (o bassa) di questo sito, per capire cosa e come il Metodo Connettis ™ può aiutarti ad intervenire efficacemente nei casi di otite purulenta!

Ti auguro il meglio.
Ft. Dr. Antonio Sacchiero

PS: se hai trovato utili le informazioni condivise su questo articolo, mi farebbe piacere conoscere la tua opinione. Lasciami un commento qui sotto e/o condividi questo articolo su Facebook.

DISCLAIMER: ti raccomando di consultare il tuo medico di fiducia prima di applicare su te stesso/a le informazioni contenute in questo articolo, in quanto non vanno a sostituire la consulenza medica. Inoltre, non sei assolutamente autorizzato ad esercitare la libera professione applicando il mio metodo Connettis®.